“Dovete schiumare”

Io: “Cuandos hai capito? Dobbiamo Schiumare!!!”
Cuandos: “Ma che vuole questa tappa!!!”

Ok, è vero. Io e Cuandos in campo sembriamo due vecchietti che si fanno la passeggiata in via Etnea ( senza nulla togliere ai signori anziani che godono dell’aria aperta in centro).

Semplicemente io lo prendo, lo porto in campo, facciamo sei ore di passo prima di iniziare a trottare. Poi trottiamo cinque minuti e ancora passo. Cominciamo a galoppare, un giro, due giri, tre al massimo del masso e poi passo. In mezzo un sacco di carezze, questo è ovvio.

Solo che questo potrebbe andare bene con un cavallo di ottocento anni. Non va bene invece con un puledro che di anni ne ha sei e che soprattutto, questa settimana è rimasto chiuso un pò troppo, visto che io non sono riuscita ad organizzarmi con il lavoro. Continua a leggere

Annunci

Due settimane da zii

20121030-092022.jpg Questo post non ha a che fare con i cavalli e lo capite dalla foto. Ha a che fare con una piccola donna che è nata due settimane fa, da una grande donna che, ha montato, senza saperlo, anche quando era incinta e che, riprenderà a montare molto presto.

La bimba in questione è bellissima e proprio oggi compie due settimane. Così noi dell’Horse Club siamo tutti un pò zii, perchè l’abbiamo vista crescere, e assai, nella pancia della sua mamma, Roberta.

Non abbiamo dubbi sul fatto che, se vorrà, la piccola donna, un giorno saprà andare al trotto e al galoppo, intanto invece che tenersi bene in sella, sappiamo con certezza che sa tenere le orecchie ben tappate. Perchè? Continua a leggere

Niente cavalli in autostrada

Qualche giorno fa ho imboccato l’autostrada per tornare a casa dopo essere stata con Cuandos. Un pezzo di strada che avrò fatto un milione di volte. Eppure stavolta ho guardato. Ho guardato e ho visto che, tra i segnali che spiegano quello che si può fare e quello che non si può fare in autostrada, c’è anche quello che vedete qui incollato su questo post.

Ho cominciato a ridere. Prima mi sono chiesta se si trattasse di un simbolo creato specificamente per le esigenze siciliane e dunque per invitare, quanti si dilettano di gare clandestine, a non scegliere l’autostrada per le sedi delle loro gare. Poi, ridendo, per il pensiero, simpatico, eccessivo, ma non troppo, ho pensato si trattasse di un retaggio del passato. Anche perchè chi ce la porterebbe una carrozza in autostrada? Forse un cretino si, però.

Continua a leggere

Ma tu che equitazione fai?

Questa è l’equitazione che dovrei fare. Qui Cuandos è con Daniele 🙂

Ma tu che equitazione fai?
A parte che la formulazione di questa domanda lascia molto a desiderare…in ogni caso io e Cuandos facciamo monta inglese, che qualcuno definisce anche sportiva.

In verità, chi fa questa domanda, ha ragione, anche se secondo me non sa di averla 🙂

Ci sono diversi tipi di equitazione.

C’è quella da lavoro, ma diciamo che sfido qualcuno a praticare una cosa del genere, almeno qui dalle mie parti. In pratica è l’uso del cavallo a fini lavorativi, appunto. Stiamo parlando dei cowboy o comunque, soprattutto, di quelli che utilizzano il cavallo giornalmente negli spostamenti o per esempio per mettere insieme le mandrie. Continua a leggere

Darsi all’ippica

20121023-091448.jpg Quante volte, facendo riferimento a qualcuno che mette in atto operazioni fallimentari, avete detto “Ma perchè non si da all’ippica?” Secondo me un sacco di volte. Io stessa credo di averlo detto diverse volte e probabilmente anche riferendomi a me stessa, ma non avendo certamente in mente Cuandos e i suoi amici a quattro zampe 🙂

C’è chi dice che questa espressione risalga al ‘600 quando il poeta Marino consigliava ai suoi colleghi incapaci di darsi all’ippica se non sapevano scrivere versi intelligenti. All’epoca uno dei lavori considerati più umili era proprio quello che aveva a che fare con i cavalli.

Continua a leggere

Per me niente polpette

20121022-092623.jpgVivo a Catania, nella capitale mondiale della “polpetta di cavallo”. Quando dico che vado a cavallo, non uno, ma tutti mi chiedono: “Ma tu la mangi la carne di cavallo?”. La mia risposta è, una volta per tutte, “No, non la mangio”. Ma tengo a precisare che non sono una nazista e quindi se mi trovo a tavola con chi è ghiotto di questa carne non è che mi metto lì a dire “mamma mia ma ti mangi un cavallo!!!”

Altra risposta ad una battuta del cavolo che molti fanno.
La battuta/domanda è: “Immagino che quando fate delle grigliate lì al maneggio vi vasta andare in uno dei box e tagliare qualche fettina fresca fresca!!!”
La mia risposta è: “I miei compagni di maneggio sono ghiotti di fettine e polpette di cavallo, ma non di quelle dei nostri cavalli!!!”

Continua a leggere

Io l’albero lui il furbo

20121018-092803.jpg Guardate Cuandos in questa foto! Non sta facendo un inchino e non si sta neanche mettendo in posa. Le mosche che ci sono state quest’estate non gli hanno dato un attimo di tregua.

Solo la pioggia di questi giorni finalmente ha dato un po’ di sollievo a lui e agli altri cavalli, ma ce ne son state a migliaia al maneggio quest’estate.

Così Cuandos non ha fatto altro che grattarsi con qualsiasi cosa gli capitasse a tiro, causandosi anche non pochi graffi alla faccia. Ne ho contato almeno uno nuovo al giorno.

Continua a leggere