Cuandos l’attira-mosche

Ecco l'assalto alla macchina fotografica

Ecco l’assalto alla macchina fotografica

Metti Cuandos libero e la goduria per gli occhi e il cuore è assicurata.

A parte perché è bello, ma soprattutto perché puoi provare a giocare con lui…evitando naturalmente di mettere la faccia dietro al suo pericolosissimo culo.

C’è un problema però…se giocare vuol dire dargli anche degli zuccherini, ecco che allora potreste rimanere vittime delle mosche!!

Il perché è presto spiegato.

Tempo di creazione del problema dieci minuti circa.

Ingredienti: una confezione di zuccheri in zolletta, un cetriolo fresco, un pezzo di pane bello duro, abbigliamento semi estivo (pantaloni da equitazione e canottiera con le braccia belle scoperte).

Preparazione: lascia sfogare Cuandos per circa cinque minuti; godi delle sue sgroppate e dei suoi pericolosissimi calci in aria senza avvicinarti troppo (anzi, stando proprio a distanza dal campo); comincia a chiamarlo per fargli capire che hai qualcosa che potrebbe piacerli; resisti agli schizzi che provengono dalle sue narici impazzite; muoviti in lungo e in largo per il campo senza farlo incazzare troppo e dagli, a piccole dosi, gli ingredienti che tieni nel tuo bel sacchetto, lo stesso che lui ha ormai preso di mira ed al quale lancia pericolosi attacchi; scatta qualche foto e sorridi mentre lui cerca di afferrare e mangiare anche la tua macchina fotografica…preparati al papatrack, perché hai dimenticato di mettergli dell’acqua a disposizione.

Il papatrack: ecco, dopo avere cominciato a dare a Cuandos zuccheri, cetriolo e pane, nella sua bocca si sarà formato una sorta di bolo primordiale, una roba verde, appiccicosa e piena di pezzettini (che poi sarebbero molliche di pane); Cuandos, non si accontenterà dei tuoi inutili tentativi di spiegargli che ormai hai finito quanto di commestibile avevi portato per lui; Cuandos cercherà e cercherà altro cibo e, da bravo cavallo freak, se gli avrai permesso di cercare bene, da brava cretina, lui avrà lasciato su di te una scia puzzolente e appiccicosa di quel bolo primordiale che un attimo prima ti aveva fatto storcere la bocca.

A questo punto bisogna aspettare solo qualche secondo prima che le mosche si accorgano che anche tu sei appetibile quanto la bocca di Cuandos. L’unica opzione è la fuga….oltre che una doccia con abbondante acqua e ancora più abbondante sapone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...