Cuandos il rilevatore di problemi

cuandos e meHouston abbiamo un problema…

Sa, Sa, prova prova, Sa, Sa…

L’umano nel quale ci muoviamo ha un problema di mobilità, cioè solitamente si “muove fermo” ma questo fine settimana ha esagerato e ora qui ci siamo quadruplicati e potremmo non sopravvivere

Qualcuno può darci un segno di vita????

Quelli che hanno parlato fin qui sono gli esserini che vivono nei miei muscoli e che da qualche giorno hanno scoperto di esistere … di nuovo, e a me sembra che in qualche modo si stiamo ribellando a tutto il movimento di questi giorni. Io però mi sento di doverli tranquillizzare: amici è stato un caso, quindi tornare a dormire…presto. Continua a leggere

Annunci

Da cavalli ad asini

foto (1)E’ un po’ di tempo che qui sul blog di Cuandos non si leggono proverbi dedicati ai cavalli, allora corriamo subito ai ripari. Il titolo di oggi “da cavalli ad asini” non è altro che un vecchio proverbio che dice chiaramente come, in qualche modo, si sia perso prestigio, fama o privilegi, passando da una situazione particolare ad una sicuramente più svantaggiata.

Anche se entrambi gli animali, cavallo o asino, hanno per me una dignità per me uguale, sicuramente la storia ci insegna che i primi sono stati sempre utilizzati per stare insieme all’uomo, per essere i loro destrieri, mentre gli altri sono stati sempre relegati ai lavori più duri.

Continua a leggere

Campa cavallo che l’erba cresce

Qui l’erba c’è

Non ve l’ha detto mai nessuno o non lo avete detto voi mai a nessuno Campa cavallo che l’erba cresce? In parole povere vuol dire “aspetta aspetta tanto quello che aspetti non accadrà mai” e certo non era necessario che lo spiegassi io.

Ma perchè il cavallo?

Perchè il detto, come tutti i detti, deriva da un aneddoto antico antico. Sicuramente più antico di me e, ancora più certamente, più antico di Cuandos. Continua a leggere

Cavallo di Battaglia

Questo sembra un pò da battaglia…o no?

Fate caso al fatto che nel nostro vocabolario ci sono un sacco di modi di dire che derivano dal passato e che noi utilizzamo senza neanche chiederci da dove provengano?

Ieri ero con un gruppo di amici e si rideva e scherzava e, ad un certo punto, uno di loro, mentre tentava, con un sorriso, di catturare l’attenzione di una signorina seduta al tavola accanto al nostro, ha detto alla sua platea “ora tiro fuori il mio cavallo di battaglia“.

Continua a leggere